Blog: http://marcov.ilcannocchiale.it

Voli di stato e doppia morale

Due anni fa quando Mastella e Rutelli (due personaggi simpatici quanto un'ernia inguinale ma comunque allora ministri) utilizzarono l'aereo di stato per andare al GP di Monza (non proprio una missione imprescindibile ma pur sempre un evento pubblico) ci furono un mare di interventi indignati e il Governo Prodi operò una salutare stretta sull'utilizzo dei voli di stato.
Oggi l'aereo di stato è messo a disposizione di stornellatori e donnine che devono allietare il gran capo in festini privati. Eppure nessuno dice niente. Dove sono i fustigatori della casta ?
Il migliore del mazzo Gian Antonio Stella secondo me sospetta di aver lavorato per il re di Prussia e si occupa con il solito spirito salace dei berlusconidi candidati alle europee.
Grillo invece è troppo impegnato ad assicurare ai suoi accoliti uno strapuntino.
Gli altri sono al servizio del solito noto oppure sono terrorizzati da minacce di querele e dicono di non occuparsi di gossip. Eeh?! Da quando?! E che cavolo c'entra il gossip?
Ma andate a nascondervi, grazie.



Pubblicato il 1/6/2009 alle 19.5 nella rubrica cattiverie inutili.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web